Tour lungo un giorno: il lungo riepilogo

Si è svolto l’11 aprile il Tour Lungo Un Giorno dei Mariposa.

Si sono suonati 5 concerti in altrettante location Bolognesi, scelte per la loro importanza storica e musicale.

La documentazione audio e video della giornata è abbondante, e ve ne presentiamo una lauta selezione.

Il primo appuntamento è stato nello storico Magazzeno, già fulcro delle attività dei Mariposa e della Trovarobato e ora sede della cooperativa Sfera Cubica. Per l’occasione abbiamo offerto la colazione al pubblico, presente già dalle 7:30 del mattino:

La Colazione

Come spiega il tastierista (destro) Michele Orvieti all’inizio dell’esibizione, questa prima tappa è stata un’occasione per il pubblico di vivere delle “prove aperte” dei Mariposa, con apertura sia agli errori che ai riarrangiamenti strada facendo. E alle pause tecniche.

Magazzeno (Bis)

Mariposa. Tour lungo un giorno – Colazione @ Sfera Cubica – Trovarobato. from videodrome-XL on Vimeo.

La tappa successiva si è svolta alle 11 di mattina nell’auditorium degli studi discografici Fonoprint. Questa parte dell’evento si è configurata in maniera diversa dalle altre: approfittando della location decisamente esclusiva, il pubblico presente ha avuto modo di assistere alla registrazione in presa diretta di alcuni brani con attrezzature allo stato dell’arte.

Mariposa. Tour lungo un giorno – Brunch @ Fonoprint from videodrome-XL on Vimeo.

Segnaliamo nello specifico i movimenti di Enrico Gabrielli in conclusione al video seguente, dove riesce a dare il meglio di sé.

Mariposa. Tour lungo un giorno – Brunch @ Fonoprint/02 from videodrome-XL on Vimeo.

Gli studi Fonoprint sono attivi dagli anni ’70, e hanno ospitato alcuni dei nomi più celebri sia della musica italiana che di quella internazionale. La studio manager Paola Cevenini ci fornisce alcuni affascinanti dettagli:

Mariposa. Tour lungo un giorno – Brunch. Fonoprint Collage from videodrome-XL on Vimeo.

Abbandonati gli studi Fonoprint, è cominciata la difficile traversata verso la nuova sede dello Studio Spaziale di Roberto Rettura. L’insonorizzazione perfetta del primo studio, infatti, ci aveva impedito di accorgerci che intanto fuori si era scatenato un forte acquazzone: non la situazione migliore per spostare strumenti musicali da una parte all’altra della città. Siamo riusciti a portarci in Bolognina con dei taxi, e nel tempo impiegato a sistemare tutto in quel dello Studio Spaziale e a metter fuori un lauto rinfresco per il pubblico il cielo si è schiarito ed è addirittura spuntato il sole. Tutto ciò ha regalato maggior vivacità all’esibizione:

Mariposa. Tour lungo un giorno. Pranzo @ Studio Spaziale – Chambre from videodrome-XL on Vimeo.

Mariposa. Tour lungo un giorno. Pranzo @ Studio Spaziale – Frustalo from videodrome-XL on Vimeo.

Per la tappa successiva ce la siamo potuta prendere più comoda, visto che si sarebbe svolta nella nuova sede di Radio Città del Capo a pochi metri dalla nostra “base”, ovvero al Magazzeno. C’è stato anche tempo per scambiarsi qualche parere sulla situazione, prima dell’esibizione per il programma Maps:

Mariposa. Tour lungo un giorno. Anteprima merenda @ Maps Radio Città del Capo from videodrome-XL on Vimeo.

Un estratto fotografico della session: i Mariposa scoprono il mondo esterno.

Foto di Francesca Sara Cauli – Diario di Bordo Palco

Mariposa. Tour lungo un giorno. Merenda @ Radio Città del Capo from videodrome-XL on Vimeo.

Il passaggio a Radio Città del Capo è ascoltabile interamente, con tanto di interviste, sul sito di Maps. E vi invitiamo ad ascoltarlo.

La tappa finale, in orario aperitivo, si è svolta presso il Modo Infoshop, uno dei luoghi più frequentati della scena culturale Bolognese.

Foto di Francesca Sara Cauli - Diario di Bordo Palco

Tra un whisky e un libro illustrato, il tour lungo un giorno si è concluso con un set di un’ora abbondante, riproponendo Semmai Semiplaya per intero e aggiungendoci altre chicche dal repertorio sia dei Mariposa che altrui.

 

Mariposa. Tour lungo un giorno. Aperitivo @ Modo Infoshop from videodrome-XL on Vimeo.

Questa è solo la punta dell’iceberg per quanto riguarda il materiale raccolto quel giorno.
Ne abbiamo ancora di assai succulento e siamo impazienti di proporvelo!

Leave a Reply